3° e 4° Modulo

Costruzione dell'edificio scolastico di Grottammare

Le fasi che condussero alla costruzione dell'edificio scolastico:

3° Modulo

Acquisto terreno

Lavoro condotto dalla classe 4^ Plesso Ischia

Acquisto da parte del Comune del terreno per costruire l'edificio scolastico:

"testo storico" elaborato al termine della ricerca didattica legata al tema

 

 

Dopo una serie di atti (consigli Comunali, progetti tecnici, approvazioni da parte degli enti preposti  ecc) , il Comune in data 1 Dicembre 1906 acquista l'area per edificare l'edificio scolastico dal signor Carlo Neri, conte, residente a Ripatransone. Stipula l'atto di vendita il notaio Carlo Neri. Il Comune è rappresentato dal sindaco avvocato Filippo De Angelis.

L'area acquistata si trova a sud  dell’incasato della Marina  e precisamente ai numeri della Mappa Grottammare 1198 sub 1.B.1141.sub.1.B.1494.B.  Ha una  superficie di mq cinquemilanovecentonovanta -5990 (Tavolecensuorie 5.991 con l’estimo di scudi 10.77 (L. 57.30) confinanti a levante ed a mezzodì la rimanente proprietà del venditore, a ponente la strada provinciale, a tramontana viale Regina Margherita" (dal documento inviato alla Conservatoria di Fermo).

 

L'atto di vendita è stato registrato a Ripatransone il 20 dicembre 1906 al n° 215 mod.1 vol 49 com L. 218.40 . 

Il Comune si è impegnato a pagare provvisoriamente  L. quattromilasettecentonovantadue 4792,  in base al prezzo unitario di cmi (centesimi)ottanta al mq per mq 5590.  Al momento dell'atto ha versato però L.4545.44   poiché si è riservato di liquidare  il prezzo stabilito al termine dell’occupazione definitiva dell’area, destinata all’impianto dell’edifizio scolastico per il quale ha fatto l’acquisto, come ai documenti allegati nel rogito, perché solo allora avrebbe potuto verificare se le misure catastali corrispondevano a quelle reali. 


Il sig. Carlo Neroni  è stato d'accordo e ne ha rilasciata quietanza rinunciando all’ipoteca legale.

 

 

 

 

Panorama della Marina nei primi anni del '900- Il terreno acquistato si trovava subito a sud dell'ultimo edificio, Palazzo Ravenna, attuale Comune, che si vede a destra
Panorama della Marina nei primi anni del '900- Il terreno acquistato si trovava subito a sud dell'ultimo edificio, Palazzo Ravenna, attuale Comune, che si vede a destra

Carte e mappe

4° Modulo

Appalto, consegna lavori, ultimazione lavori

Lavoro condotto dalla classe 5^ Plesso Ischia

1° manifesto per l'avviso d'asta per appaltare i lavori per la costruzione dell'edificio scolastico

Cartellina contenente il contratto d'appalto con il costruttore Perozzi Filippo


Verbale della consegna dei lavori all'appaltatore Filippo Perozzi

Verbale di ultimazione dei lavori


Testo storico

L'edificio scolastico G. Speranza il 15 settembre 2012 ha compiuto 100 anni

Verbalizzazione del grafico temporale

 

In seguito alle disposizioni dello Stato anche il Comune di Grottammare si impegnò a costruire un edificio scolastico per avere la casa della scuola. Nel 1903 l'amministrazione comunale incaricò l'architetto Pilotti e l'ingegnere Anelli di progettare l'edificio scolastico che voleva realizzare. 

Il 1° dicembre 1906 acquistò dal conte Carlo Neroni, residente a Ripatransone, il terreno situato a sud dell' "incasato della Marina" di Grottammare che terminava con il palazzo Ravenna, attuale palazzo comunale. Questo terreno doveva servire per costruire l'edificio progettato.

Il sindaco De Angelis fece la domanda per poter fruire del prestito statale che la legge del 15 giugno 1906 metteva a disposizione dei Comuni per incentivare la costruzione delle scuole.

Il 31 ottobre 1907 i tecnici dovettero aggiornare i prezzi preventivati perché nel frattempo i materiali costavano di più.

L'appalto, dopo 3 avvisi d'asta, come documentato dai 3 manifesti conservati in archivio, fu affidato al costruttore Perozzi Filippo perché fu l'unico ad offrire un ribasso rispetto al prezzo proposto da Cesare Brutti che aveva avuto provvisoriamente l'appalto il 26 Aprile 1906.

Dopo aver avuto il parere da parte del prefetto, il 29 gennaio 1910 iniziarono i lavori per la costruzione dell'edificio scolastico. L'ingegnere Anelli per avviare i lavori mise i paletti per definire i confini delle fondazioni.

Nel 1911 l'Amministrazione Comunale riaggiornò la domanda del prestito chiesto allo Stato perchénel giugno del 1911 fu emanata una legge a condizioni più vantaggiose.

La costruzione fu terminata e riconsegnata al Comune il 15 settembre 1912.

A Settembre del 2012 l'edificio scolastico, che successivamente fu intitolato all'avv. Giuseppe Speranza, ha compiuto 100 anni.